tannini del vino

I tannini del vino: qual è la loro funzione

Quando si parla del vino troppo spesso si mette in secondo piano l’importanza che hanno i tannini, che assumono un vero ruolo da protagonisti e fanno in modo che il prodotto finale si contraddistingua per essere perfetto e piacevole da gustare.

Cosa sono i tannini

I tannini del vino sono una componente naturale che si trova nell’uva e in particolar modo nella loro buccia, nei semi dell’uva e nel raspo, ovvero il ramo che permette la nascita e lo sviluppo dell’uva.
Nella produzione del vino la giusta quantità di tannini rappresenta un dettaglio molto importante in quanto il gusto e le altre caratteristiche che devono contraddistinguere questo genere di prodotto dipendono proprio dalla quantità di questa sostanza presente nella composizione del prodotto.


Che sensazione provocano i tannini

Prima di analizzare alcune funzionalità che caratterizzano i tannini del vino, è importante capire come questi incidano direttamente sul gusto del vino.
Spesso, quando si assapora una bevanda di questo genere, si ha la sensazione leggermente aspra che rende quel vino unico e incredibilmente gustoso.
Ecco, questa caratteristica è dovuta dalla presenza di una quantità medio alta di tannini che, a seconda della tipologia di vino, devono appunto dare una sensazione particolare a questo prodotto.
Inoltre è possibile notare anche come alcuni vini, una volta assaporati, diano quella particolare sensazione di astringenza, come se si stesse gustando un frutto poco maturo.
Anche in questo caso tale conseguenza deriva dalla presenza dei tannini del vino, che svolgono tale compito.
Ovviamente occorre precisare come, a seconda del tipo di prodotto che viene realizzato, la quantità dei tannini è differente quindi le suddette sensazioni possono variare in base al tipo di prodotto che viene gustato.


Lo scopo dei tannini

I principi cardini per i quali i tannini vengono reputati come fondamentali nella produzione del vino sono molteplici.
In primo luogo occorre prendere in considerazione il fatto che questo genere di sostanza consente di incrementare lo stato di conservazione del vino.
In molti casi, infatti, una quantità di tannini elevata permette al vino di evitare che questo vada incontro a un processo che porta il vino a perdere parte della sua qualità e del sapore, quindi sostanzialmente non adatto a una consumazione ottimale.
I tannini rappresentano un elemento chiave che permette a tutti gli effetti di dare un’identità ben precisa allo stesso prodotto.
In particolar modo occorre prendere in considerazione come questa sostanza sia fondamentale specialmente per quanto concerne la colorazione del vino, così come viene alterato il sapore rendendolo più o meno incisivo.
Proprio per questi fattori è importante considerare come la quantità di tale sostanza contenuta nell’uva debba essere sotto posta a un’analisi specifica proprio per evitare che il prodotto possa subire delle alterazioni quindi presentarsi come meno gustoso e piacevole da assaporare rispetto a quanto si possa immaginare in un primo momento.
Inoltre è molto importante considerare come i tannini creino un giusto equilibrio con gli zuccheri naturali dell’uva, evitando quindi che il vino possa essere particolarmente dolce quindi che si crei una sensazione spiacevole che potrebbe rendere il prodotto poco gustoso.
Ecco quindi che grazie a tutte queste caratteristiche è possibile notare come i tannini del vino siano i veri protagonisti di questo tipo di bevanda e facciano in modo che ogni produzione possa contraddistinguersi per essere realmente gustosa: in base al risultato che si vuole ottenere, i coltivatori e produttori creano un giusto bilanciamento tra tutte queste sostanze rendendo possibile la realizzazione di un vino dal sapore perfetto.

Su La Dolce Vita Italy trovate un’ampia selezione di vini che vi permetterà di scegliere il vino più adatto ai vostri gusti.

condividi

Ultimi articoli

Le promozioni di La Dolce Vita Italy